La "Isla bonita" (isola bella) è il nome più comune di questa terra tranquilla ma non trascurata. I suoi pendii - di gran lunga più accattivanti di altri nell'arcipelago - hanno fama di essere tra i più scoscesi al mondo, proporzionalmente alla superficie dell'isola.

Sui suoi costoni si abbarbicano le bananiere e in primavera l'isola sembra avvolta in un nube profumata di fiori di mandorlo.

Il litorale, che segue la forma oblunga dell'isola, è roccioso e lascia poco spazio alle spiagge. Fertile e verdeggiante, La Palma è dominata a nord dal Roque de los Muchachos (2426 m), che si innalza da uno dei maggiori crateri del mondo, la Caldera de Taburiente, oggi parco nazionale. A chi vorrà percorrerla a piedi, l'isola svelerà splendidi paesaggi. Santa Cruz, il capoluogo, ha il fascino della cittadina coloniale, animata dalla piacevole atmosfera dei caffè e degli eccellenti ristoranti.

Come in tutte le città costiere dell'arcipelago, la ricchezza delle grandi dimore e dei palazzi è testimonianza di floridi rapporti commerciali che in passato La Palma intratteneva con le Americhe.

E inoltre, sparsi qua e là per tutta l'isola, ci sono pittoreschi villaggi e borgate come San Andrés o Llanos de Aridane.

Chi va a La Palma vuole vedere "la montagna", ma i fanatici del sole non rimarranno affatto delusi dalle sabbie nere di Puerto de Naos e di Puerto de Tazacorte.

 

Condividi

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to Twitter